La rosacea

La rosacea

La Rosacea è una malattia cronica acneiforme caratterizzata da aumentata reattività dei capillari al caldo. I segni clinici che la caratterizzano sono teleangectasie, papule, pustole fino all'eventuale fima, nelle forme più avanzate.

Le cause non sono note, vi sono comunque dei fattori di rischio individuati con certezza: la familiarità, il fototipo chiaro con capelli biondi e occhi azzurri (in Svezia colpisce il 10% della popolazione), il sesso femminile (anche se nei maschi tende ad essere più grave), l'utilizzo prolungato di farmaci cortisonici. Vi sono dati controversi circa la possibile implicazione dell'infezione di Helicobacter Pylori quale possibile concausa di malattia.

La Rosacea si divide clinicamente in 4 fasi:

  1. Fase del flushing: in questa fase rientrano quei soggetti che, data la esagerata reattività capillare, presentano appunto un flushing, ovvero un arrossameno improvviso al volto in determinate situazioni quali ad esempio: sbalzi termici, reazioni emotive, assunzione di  alcolici, bevande calde, cibi piccanti o caffeina, utilizzo di cosmetici a base alcolica.
  2. Eritrosi: i vasi delle zone interessate dal flushing sono ormai dilatati in modo permanente. In questa fase il rossore si presenta dunque in modo continuo. Possono formarsi teleangectasie.
  3. Fase papulo -pustolosa: all'eritrosi si sovrappongono lesioni rilevate della cute (papule) che possono anche contenere del pus (in questo caso si definiscono pustole). La sede maggiormente colpita è quella centrofacciale e periorifiziale. Il quadro clinico può ricordare quello dell'acne, ma nel caso della rosacea papulo-pustolosa il soggetto è in genere adulto.
  4. Fima: questo è lo stadio più grave della rosacea, raramente si vede nel sesso femminile. Compare ispessimento cutaneo con noduli, ingigantimento dei follicoli pilo sebacei e rinofima (ingrossamento sproporzionato del naso che assume forma bitorzoluta). Per quest'ultima condizione non vi è possibilità di trattamento medico ma solo l'escissione chirurgica o la vaporizzazione con laser ablativo.

Terapia

La terapia della rosacea prevede diverse possibilità di trattamento a seconda delle fasi. La dermocosmesi può essere utilizzata per mascherare o minimizzare i segni della patologia. Le opzioni farmacologiche includono l'utilizzo di farmaci per bocca (β bloccanti, clonidina o aspirina a basse dosi, isotretinoina, corticoidi per brevi periodi, terapia antibiotica per pz positivi all'helicobacter Pylori) o per via topica (acido azelaico, metronidazolo, retinaldeide). L'utilizzo di laser "vascolari" (dye laser, ktp, luci pulsate a 515-570 nm) è indicato nel trattamento delle fasi iniziali-intermedie della malattia. Lo stadio del fima è aggredibile chirurgicamente o con l'utilizzo di laser ablativi.

Chiamaci320 9605374


Sedi: OSPITALETTO (BS) in via Martiri delle Foibe 42 e MILANO in via Bernardino Ramazzini 2

Prenota subito la tua prima visita medico/estetica

Compila questo modulo e ti contatteremo noi entro 24 ore

leggi